La Villa

villa

 

La Villa

La villa si sviluppa su 4 livelli con mobili e arredi originali.
Al piano terra vi sono la cucina e la lavanderia con una vasca di pietra per lavandaia.
Al primo piano si trovano un salotto ed una sala da pranzo caratteristici ed un office che può servire da disimpegno.
Il secondo ed il terzo piano sono composti da stanze e bagni. Al quarto piano vi è lo studio di pittura ancora in opera.
I caratteristici corridoi sono strutturati da balconate con intarsiato il pino simbolo della casa.
La casa è tuttora abitata e può essere disponibile solo per eventi limitati, quali servizi fotografi ci, pubblicità, riprese cinematografiche, riunioni di alto livello con una disponibilità di posti che non superi la dozzina.
La ristorazione è possibile tramite catering. Possibile lʼuso di cucina, lavanderia, salone con sala pranzo, stanze di disimpegno, piccolo ufficio con connessione internet in banda larga e servizi igienici.

La Storia

Narra la leggenda che ad inizio ʻ900 un viaggiatore svizzero abbia decisodi costruire qui la sua dimora in stile montanaro, affascinato dalle dolci colline del gardesano.
Negli anni ʼ30 la casa conla sua tenuta divenne di proprietà del generale di corpo dʼarmata italiana Ubaldo Soddu e, durante la seconda guerra mondiale, fu frequentata anche da Mussolini che amava fare lunghe discussioni con il generale.
Dopo la guerra la casa fu acquistata da un altro svizzero che, assieme al fascino del luogo, fu conquistato dallo spirito montanaro dellacostruzione.
Da allora la casa è passata di generazione in generazione ai membri della stessa famiglia composta, in ogni generazione, da almeno un membro pittore, fi no ai giorni nostri mantenendolo spirito intatto.